I “buoni” propositi

Cari lettori e ovviamente lettrici… ben tornati!

È passato quasi un mese dall’ultimo post, ed ecco che in un attimo è settembre! A dire la verità questo settembre a me sembra tanto un novembre visto che proprio ora che scrivo sta piovendo a dirotto e ci sono foglie ingiallite che svolazzano per il giardino fuori dall’ufficio. Ma bando al meteo, la squadra Briccodolce è tornata super carica dopo le vacanze e infatti siamo tutti all’opera per riempire il negozio con tutte le tipologie di biscotti ovviamente freschissime per ripartire con le giuste scorte, ma non solo! Si sa che settembre è il mese dei buoni propositi come ad esempio “mi impegnerò a fare più attività fisica, ho deciso da settembre mi iscrivo in palestra!” Ad esempio il mio proposito per questo settembre è “Giulia, piantala di mangiare schifezze”: come previsto non è durato, perchè la prima cena a casa in cui mi sono ritrovata da sola senza genitori, fratello, fidanzato o amici complice la pigrizia e un film da lacrima assicurata, ho deciso di cenare con pizza e una quantità imbarazzante di gelato!

Per fortuna che in Briccodolce i buoni propositi si mantengono, si perchè ci siamo salutati con la promessa di inventare qualcosa di nuovo e siamo tornati con mille idee.

Dal primo giorno di riapertura tutti, ma proprio tutti, anche mio cugino Victor, ci siamo impegnati per studiare un nuovo impasto, non voglio svelare troppo quindi non vi dico se dolce o salato però vi posso dire che abbiamo fatto più di un centinaio di prove e direi che almeno la metà erano… diciamo, non all’altezza! Dosare gli ingredienti e trovare il grado di cottura e il tempo giusti sembra una cosa facile ma non lo è, e poi non dimentichiamo che nel team Briccodolce c’è Nonna Rosina! Lei sa lavorare gli impasti in un modo incredibile e conosce credo un milione di ricette, ma quando c’è da scegliere la temperatura e il tempo di cottura di un biscotto o di un salatino la lite è assicurata! Vi sembrerà assurdo, ma mia nonna crede che tutto sia “trop cheuit” (troppo cotto in piemontese) e quindi si piazza di fronte al forno e cerca di togliere sempre prima del tempo le teglie! Così Ziavitti di nascosto deve modificare il timer e cuocere di più gli impasti per raggiungere la cottura ideale. Ma nonostante questi piccoli “problemi tecnici” dopo molte prove abbiamo raggiunto l’obiettivo: c’è un nuovo prodotto!

Ora siamo nella fase in cui si cerca di capire quale sia la forma più adatta e poi la tipologia di confezionamento migliore e spero che presto si arrivi alla versione definitiva!

Mentre stavo scrivendo ha smesso di piovere ed è spuntato un bel sole… forse questo settembre non è poi così male.

Dimenticavo, arrivederci al prossimo post, non dimenticare di scrivere in un commento qui sotto quali sono i tuoi buoni propositi, perchè l’anno nuovo non comincia con gennaio, ma con settembre! :)

giulia-assaggio

Eccomi, questa sono io, mentre svolgo il mio lavoro preferito… l’ASSAGGIATRICE DI BISCOTTI!!! ;)

Lascia un commento

  • (non sarà pubblicato)

XHTML: È possibile utilizzare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>